Lampade led: quando convengono

lampade a led

Come saprai bene, l’introduzione della tecnologia LED (Light Emitting Diode) ha un po’ rivoluzionato l’idea di illuminazione, non solo per il concetto di risparmio energetico, ma anche per i principi di funzionamento.

Ti eviterò tutto il “bla bla…” sul funzionamento del diodo e sui singoli componenti, quindi vengo subito al dunque:

perché sempre più utilizzatori stanno sostituendo i loro sistemi di illuminazione tradizionali con lampade a led?

La tecnologia LED ha un’ampia serie di vantaggi rispetto ai sistemi tradizionali, ma quelli presi maggiormente in considerazione dai clienti sono essenzialmente 2:

  • Consumano di meno!
  • Durano di più!

La scelta di sostituire i corpi illuminanti tradizionali con lampade a led è volta principalmente al risparmio energetico, e quindi economico.

Con una lampada a led consumi dal 40% al 70% in meno rispetto ad una tradizionale lampada a scarica (ioduri metallici, vapori di mercurio, vapori di sodio…)

Oltre al risparmio, però, ci sono molti altri vantaggi che caratterizzano le lampade a led:

  • Emettono luce pura, ovvero senza infrarossi ed ultravioletti;
  • Si accendono istantaneamente;
  • Scaldano meno rispetto ad altri tipi di lampade;
  • Hanno un’elevata resa cromatica.

Molte attività, come ad esempio supermercati e centri commerciali, necessitano di una luce che, oltre ad avere una precisa intensità, sia in grado di riprodurre i colori naturali degli oggetti illuminati. La luce emessa dal LED ha proprio queste caratteristiche e la sua resa cromatica viene misurata in CRI (Color Rendering Index) con valori da 0 a 100. Più il CRI si avvicina al 100, più vedremo i colori naturali.

In molti casi, invece, è particolarmente scomoda la manutenzione delle lampade, quindi la sostituzione di una lampada bruciata può avere costi che superano quello della lampada stessa. Le lampade a led Rinnova hanno una durata media tra le 50.000 e le 100.000 ora. Se si utilizzano le lampade 3000 ore/anno, vuol dire non sostituirle per i prossimi 16/32 anni!

Se però il tuo obbiettivo primario è il risparmio energetico, per valutare un impianto di illuminazione a led devi considerare un parametro essenziale:

Le ore di funzionamento all’anno!

Per capire meglio ti faccio due esempi:

Esempio 1

Sostituisco una lampada a scarica da 125w con una lampada a led da 50w (differenza di potenza 125-50=75w). Utilizzando la luce 10 ore al giorno per 250 giorni all’anno, avrò 2500 ore di utilizzo. Ipotizzo, inoltre, un costo teorico di 100 euro per una campana industriale a led da 50w

Quindi i parametri che ho citato prima sono:

  • Costo = 100euro
  • Ore di funzionamento = 2500
  • Differenza di consumo annuo = 75w x 2500h = 187.500wh (178,5Kwh)

Con questi dati possiamo subito capire il risparmio annuo e il tempo di rientro dell’investimento:

  • Risparmio annuo (differenza di consumo annuo X costo al Kwh) 187,5 x 0,20 = 35,7 euro
  • Tempo di rientro (costo / risparmio annuo) 100 / 35,7 = 2,8 anni

Considerando che una lampada a led, oggi, ha una durata che va dalle 50.000 alle 100.000 ore, si parla, in media di sostituirla dopo oltre 20 anni!

Esempio 2

Sostituisco la stessa lampada a scarica da 125w con la lampada a led da 50w citata sopra (differenza di potenza 125-50=75w). In questo caso, però, ipotizzo di utilizzare la luce solo 2 ore al giorno e solo per 150 giorni all’anno. Qui le ore annue di utilizzo saranno 300. Ipotizzo sempre un costo teorico di 100 euro per la stessa campana industriale a led da 50w

I parametri e i risultati, in questo esempio, sono diversi:

  • Costo = 100euro
  • Ore di funzionamento = 300
  • Differenza di consumo annuo = 75w x 300h = 22.500wh (22,5Kwh)

Con questi dati andiamo a calcolare il risparmio annuo e il tempo di rientro dell’investimento:

  • Risparmio annuo (differenza di consumo annuo X costo al Kwh) 22,5 x 0,20 = 4,5 euro
  • Tempo di rientro (costo / risparmio annuo) 100 / 4,5 = 22 anni

Notato la differenza?

Ora fai attenzione a quello che sto per dirti!

Ho voluto farti questi 2 esempi, modificando un solo parametro, ovvero le ore di utilizzo annue!!!

E’ proprio questo il primo dato da considerare per valutare un cambio di tecnologia. Utilizzando la luce come nell’esempio 2, non rientrerò dell’investimento nemmeno costruendomi la lampada da solo!

Nell’esempio 1, invece, è palese quanto sia conveniente sostituire l’illuminazione attuale con quella a led.

In media, il cliente “da led”, utilizza la luce dalle 1.800/2.000 ore annue in sù.

Quindi, se non hai necessità particolari sul tipo di luce e sulla reale percezione dei colori, prima di considerare l’illuminazione a led, controlla quante ore stanno accese le tue lampade.

Hai trovato spunti utili in questo articolo? Lascia un commento!

P.s. Qui sotto, inoltre, puoi scaricare gratuitamente la tua Guida alla Riqualificazione Energetica!

Un saluto,

Stefano.

Opt In Image
Scarica la tua Guida alla Riqualificazione Energetica
Scopri quello che le aziende preferiscono non dirti!

All'interno di questa guida troverai informazioni fondamentali su:

  • Cosa fare PRIMA di una riqualificazione
  • Come evitare gli ERRORI più comuni e rischiosi
  • Come valutare le giuste SOLUZIONI senza improvvisare
Ho letto e accetto la Privacy Policy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.