Plafoniere LED o Tubi LED? Attento alle certificazioni!

Come evitare di perdere la certificazione del tuo impianto di illuminazione con le Plafoniere LED

Ultimamente sto notando una pessima abitudine da parte di clienti ed installatori, nel cercare delle soluzioni “poco lecite” per sostituire l’illuminazione a neon con lampade a led.

Questa tendenza consiste nel cercare di sostituire i neon all’interno delle plafoniere con dei tubi led di pari lunghezza (una furbata, visto che i tubi led costano meno delle plafoniere led!).

E quindi? Dov’è il problema?

Te lo spiego subito! Le plafoniere per neon hanno al loro interno dei componenti (starter e reattore) necessari per l’accensione e il funzionamento specifico delle lampade a neon.

Per inserire un tubo led in una plafoniera “costruita per i neon” bisogna effettuare una modifica, bypassando o eliminando questi componenti. Questa operazione è, di fatto, una modifica della struttura originale della plafoniera. Effettuandola, quindi, si perde completamente la certificazione e l’omologazione dalla plafoniera stessa.

Esiste anche una soluzione chiamata “retrofit” (metodo migliore per ridurre la vita ai led) in cui determinati tipi di lampade a led possono essere inserite al posto del tubo neon senza eliminare i componenti di cui ho parlato sopra, ma le aziende costruttrici, comunque, fanno decadere tutte le certificazioni.

Questo vuol dire che il tuo impianto di illuminazione non sarebbe più a norma, con tutti i rischi che ne derivano.

Ovviamente, se metti due tubi led nella plafoniera del garage di casa tua, nessuno verrà mai a dirti nulla, ma farlo in un condominio, in un supermercato o in una qualsiasi attività commerciale, perdendo la certificazione del tuo impianto di illuminazione, è una cosa completamente diversa!

La soluzione corretta, quindi, è quella di sostituire interamente le plafoniere a neon con plafoniere led. Di per sè l’intervento sarà anche più costoso, ma sarai a posto con la “Sig.ra ASL” e con le normative vigenti.

Non solo: oggi le soluzioni integrate sono spesso più efficienti rispetto ai classici tubi o lampade a led reperibili al “prezzo delle patate” nei vari supermercati di settore. Questo vuol dire che, molto probabilmente, dovrai installare una potenza minore rispetto a quella necessaria nel caso “poco lecito”. Ne consegue, quindi, un ulteriore risparmio a livello di consumi.

Una cosa molto importante:

Ci sono dei casi in cui troviamo lunghe file di plafoniere neon all’altezza di 3-4 metri, in capannoni alti 6-8 metri o più. Sto parlando di magazzini, supermercati, capannoni industriali, etc…

Questi casi sono molto interessanti e ti spiego subito il perché!

plafoniere ledÈ possibile sostituire la rete di plafoniere con degli appositi fari a led in grado di creare l’effetto “allungato” molto simile a quello che troviamo nelle singole corsie del grande magazzino. Si lavora ad un’altezza superiore (almeno 4-5 metri ma è possibile stare anche oltre i 10) ma la singola lampada è in grado, grazie alla sua tecnologia a lente, di proiettare un fascio di luce a terra della lunghezza di 9 metri, con una larghezza fino a 6 metri. Questi fari nascono proprio per i grossi magazzini con scaffalature anche molto alte, permettendo di scaricare gran parte della luce a terra e sui vari piani degli scaffali, a differenza delle classiche campane industriali che diffondono la luce omogeneamente anche sulla parte alta delle scaffalature.

Con questa soluzione, il singolo faro sostituisce un numero importante di plafoniere, riducendo i costi di materiale, i costi di installazione e, soprattutto, le potenze in gioco (e quindi il consumo), in quanto hanno un’efficienza di oltre il 30% maggiore rispetto alle soluzioni LED tradizionali.

Quando le altezze sono ridotte, invece, si andranno a sostituire le plafoniere neon con le plafoniere led. L’importante è non apportare modifiche “artigianali” ai prodotti esistenti ed essere in regola con il proprio impianto di illuminazione.

In entrambi i casi è possibile sfruttare la soluzione “Noleggio Operativo LED“.

Ricorda:

Nessun installatore può certificare una modifica ad una plafoniera!!! (Lo dico perché ne ho sentite di tutti i colori…)

Quindi fai molta ATTENZIONE! Il risparmio è fondamentale ed è uno dei concetti chiave di questo Blog, ma occhio a non farne l’unico criterio di scelta, soprattutto a discapito di altri aspetti ugualmente importanti come Sicurezza, Norme di legge, Durata dei prodotti, Risparmio nel tempo, Etc…

P.S.
Se stai valutando di convertire a LED il tuo sistema di illuminazione contattami!

Stefano.

Opt In Image
Scarica la tua Guida alla Riqualificazione Energetica
Scopri quello che le aziende preferiscono non dirti!

All'interno di questa guida troverai informazioni fondamentali su:

  • Cosa fare PRIMA di una riqualificazione
  • Come evitare gli ERRORI più comuni e rischiosi
  • Come valutare le giuste SOLUZIONI senza improvvisare
Ho letto e accetto la Privacy Policy

About the author

Stefano Previtero Sono Stefano Previtero, fondatore del blog riqualificazione-energetica.net, co-autore dell’ebook “Guida alla Riqualificazione Energetica” e consulente privato nel settore degli investimenti energetici. Dal 2012 mi occupo di riqualificazione energetica e soluzioni di efficienza per il mercato residenziale e per PMI. La mia carriera commerciale comincia nel 2005, come consulente nel settore delle utenze, prima per i clienti privati, poi per le aziende. Da anni ho la passione per il risparmio energetico e per la tutela dell’ambiente, cosa che mi ha spinto a sviluppare questo blog. Ciò che adoro della mia professione è la possibilità di essere un punto di riferimento per chi, come me, crede nell'eco-sostenibilità e nell'energia pulita. Il mio obbiettivo è ben preciso: arrivare, col tempo, a più persone possibili e sensibilizzarle all'autonomia energetica.

One thought on “Plafoniere LED o Tubi LED? Attento alle certificazioni!

  • Graziano

    on

    Salve Sig. Stefano, vorrei sostituire la mia vecchia cldaia con una Daikin Hibid+Pompa di Calore da 5Kw. Pçurtroppo abito a Scorzé (VE) e non so… non credo che Lei sia disponibile a farmi una visita per un Preventivo serio, nel senso di valutare la posizione dell’installazione dell’unità interna, quella esterna, i metri cubi da scaldare, ecc.
    Cosa mi risponde ? posso sperare ?
    Rimango in attesa di una sua cortese mail…
    saluti
    Graziano S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *