Stai pensando di sostituire la caldaia con la pompa di calore ed abiti in appartamento?

[Scopri la soluzione unica che ti garantirà un lavoro veloce ed efficace]

Stai impazzendo tra tutte le informazioni presenti in rete alla ricerca della soluzione che ti farà dimenticare i salassi del riscaldamento tradizionale?

Già, mi rivolgo a te che abiti in condominio, che hai il riscaldamento autonomo e che ti sei stufato degli alti costi legati al riscaldamento con la caldaia a metano tradizionale.

Oggi ti parlerò della pompa di calore per appartamento.

Ma esiste davvero una soluzione unica che ci permette di sostituire la caldaia con la pompa di calore?

A queste domande è facile rispondere di si, e vediamo insieme perché.

Solitamente chi abita in appartamento utilizza un riscaldamento ad alta temperatura, quindi con termosifoni.

Utilizzare una pompa di calore ad alta temperatura classica può avere qualche controindicazione legata soprattutto allo spazio necessario, al costo di impianto e ai consumi.

Ed allora cosa si fa?

Ora vediamo insieme come operiamo generalmente quando ci troviamo a dover sostituire una caldaia con una pompa di calore in un appartamento.

Diciamo, innanzitutto, che il mercato non offre moltissime soluzioni in pompa di calore per questa situazione.

In alcuni casi, cioè quando i consumi non sono estremamente bassi, è possibile creare un sistema ibrido. Un sistema ibrido è un sistema composto da una caldaia a condensazione ed una pompa di calore. Questa soluzione è conveniente quando le temperature in gioco non sono estremamente alte (55-60°). Per temperature più alte, il rischio è che lavori solamente la caldaia, rendendo inefficiente il lavoro della pompa di calore.

Uno dei vantaggi di questo sistema è che non ha bisogno dell’accumulo per l’acqua calda sanitaria in quanto, la stessa, viene prodotta in istantanea dalla caldaia.

Niente più attese per l’arrivo dell’acqua calda e, soprattutto meno sbalzi di temperature quando più persone prelevano contemporaneamente l’acqua stessa.

Chiaramente nel caso in cui sia possibile lavorare con temperature di mandata al di sotto dei 50-55°, la soluzione migliore è quella di utilizzare solamente la pompa di calore.

Quindi, in definitiva, se abiti in un condominio e stai pensando di sostituire la caldaia con la pompa di calore non devi fare altro che contattarmi e troveremo insieme la soluzione più opportuna.

A presto,

Stefano.

Opt In Image
Scarica la tua Guida alla Riqualificazione Energetica
In questa guida troverai informazioni fondamentali su:
  • Cosa fare PRIMA di una riqualificazione
  • Come evitare gli ERRORI più comuni e rischiosi
  • Come valutare le giuste SOLUZIONI senza improvvisare
Ho letto e accetto la Privacy Policy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.