Conviene ancora installare un impianto fotovoltaico?

[Scopri cosa è cambiato nel mondo del fotovoltaico dal dopo incentivi del Conto Energia]

L’altro giorno ero ad una cena di amici e si è arrivati a parlare, come di consueto, di lavoro. l tema principale affrontato è stato quello del fotovoltaico.

Mi ha stupito un’obiezione posta da un mio amico il quale mi ha detto: “ non faccio il fotovoltaico perché non ci credo”

Beh, sarò sincero, non è la prima volta che mi sento dire questa cosa.

Allora mi sono detto, perché non scrivere due righe su questa cosa e provare a esprimere il mio punto di vista?

Naturalmente non ho intenzione di dirti “si conviene, fallo subito o mai più!” 🙂

Lo scopo di questo articolo è spiegarti, in sintesi, cosa è cambiato rispetto agli anni d’oro del conto energia.

Quindi non è questione di credere, come ha detto il mio amico, ma di rendersi conto di come sono cambiate le regole del gioco. 🙂

fotovoltaico conviene

Ma esiste davvero tanta differenza rispetto agli anni del Conto Energia ?

In senso assoluto si, all’atto pratico no, ed è facile capirlo dalle considerazioni seguenti.

Un impianto fotovoltaico installato negli anni del Conto Energia beneficiava, in generale, dei seguenti vantaggi:

  • Incentivo sulla produzione;
  • Scambio sul posto;

Il costo di un impianto, diciamo da 3kwp poteva costare anche 25 mila euro con un tempo di rientro stimato in 8-9 anni circa.

Cosa è cambiato rispetto ad oggi?

Vediamo insieme quali sono i vantaggi di installare oggi un impianto fotovoltaico:

  • Detrazione fiscale del 50% (fino a fine 2015);
  • Scambio sul posto;

Il costo di un impianto è meno di 1/3 ed il tempo di rientro è stimato in 7 anni circa.

Come abbiamo potuto osservare quindi non esiste una grossa differenza nel fare un impianto fotovoltaico oggi rispetto ad anni fa soprattutto in termini di tempi di rientro.

Allora perché molti ritengono che oggi conviene poco fare un impianto fotovoltaico?

La questione è abbastanza intuibile ed è legata all’aspetto finanziario.

Negli anni passati fare un impianto fotovoltaico voleva dire ottenere un beneficio da parte del GSE per ogni kwh prodotto per 20 anni, indipendentemente dall’autoconsumo e dalle reali esigenze di energia.

Che significa questo?

Anni fa molti decidevano di installare un impianto fotovoltaico solo per ottenere il beneficio GSE, senza una vera e propria motivazione, diciamo, ecologica.

Quindi, in sostanza, con la fine del Conto Energia, e quindi dell’incentivo sulla produzione dell’impianto fotovoltaico, oggi molti pensano che sia finita anche la convenienza del fotovoltaico, nonostante oggi, il tempo di rientro sia sostanzialmente ridotto.

Oggi le motivazioni dietro all’installazione di un impianto fotovoltaico sono più legate alle reali esigenze di energia, tant’è vero che prima di fare un impianto va analizzato il consumo annuo attuale e comprendere se ha senso o meno investire in questa tecnologia.

Quindi, oggi, l’installazione di un impianto fotovoltaico è più legata alle questioni di risparmio ed ecologia più che gli aspetti di rendita nel tempo.

In definitiva, come puoi osservare, non è questione di credere o meno, ma di comprendere bene come funziona oggi il fotovoltaico e quali benefici si possono ottenere in termini economici.

Lascio, quindi, giudicare a te se conviene o meno investire in questa tecnologia al giorno d’oggi.

Contattami per saperne di più o per una visita preliminare.

PS: rimani in contatto con noi iscrivendoti gratuitamente al blog, riceverai in regalo la guida alla riqualificazione energetica 🙂

A presto,

Stefano.

Opt In Image
Scarica la tua Guida alla Riqualificazione Energetica
In questa guida troverai informazioni fondamentali su:
  • Cosa fare PRIMA di una riqualificazione
  • Come evitare gli ERRORI più comuni e rischiosi
  • Come valutare le giuste SOLUZIONI senza improvvisare
Ho letto e accetto la Privacy Policy

2 thoughts on “Conviene ancora installare un impianto fotovoltaico?

  • Claudio

    on

    Salve, sarei interessato ad installare un impianto fotovoltaico.
    Per un edificio privato è meglio un impianto da 3 o da 4,5 kw?
    Attendo un Vs. riscontro. Grazie

    • Francesco Coda

      Francesco Coda

      on

      Ciao Claudio, in linea generale non esiste una taglia di fotovoltaico “giusta”, ma conta solo ed esclusivamente il tuo consumo attuale. L’impianto dev’essere dimensionato in maniera da produrre esattamente quanto il tuo consumo annuale, o al massimo di meno. Considera che 1 kWp montato può produrre da 1.000 a 1.500 kWh annui a seconda della zona, dell’orientamento, dell’inclinazione e dell’efficienza dei pannelli.
      A presto,
      Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *